Hotel Plaza Caltanissetta

Riserve naturali

La provincia di Caltanissetta vanta ben 7 aree protette, che, nella cornice di una rigogliosa vegetazione mediterranea, offrono una variegata combinazione di paesaggi fluviali, lacustri, collinari e montani.

Il territorio si presenta altrettanto ricco dal punto di vista storico-artistico: si segnalano, infatti, oltre al capoluogo di provincia, le aree archeologiche di Gibil-Gabib e di Sabucina, da cui provengono reperti di grande valore documentario, l’area circostante Gela, con le importanti vestigia di eta’ greca, e, sparsi su tutto il territorio, i numerosi castelli e le torri di avvistamento, soprattutto di epoca medioevale, tra cui spiccano il Castello di Mussomeli e Falconara.

Monte Capodarso e Valle dell’Imera

Nel cuore della Sicilia, tra le province di Enna e Caltanissetta si estende una delle più belle aree naturalistiche della regione. Si erge lungo il corso del fiume Imera meridionale, tra le falde del Monte Capodarso e del Monte Sabucina, in un contesto archeologico e naturalistico di rara bellezza.

Biviere di Gela

E’ una delle più importanti zone umide della Sicilia. Per la posizione geografica, le condizioni climatiche ed altri fattori, è una delle più importanti aree per la sosta durante le migrazioni e lo spostamento di numerosi uccelli acquatici che ogni anno si spostano dall’Africa al Nord Europa e viceversa.

Lago sfondato

La riserva, estesa circa 13 ettari, ricade nel territorio del Comune di Caltanissetta a circa 8 Km da Marianopoli. Il lago è posto ad oriente di M.te Mimiani ad una quota di circa 370 metri s.l.m.. Ha una superficie di 3400 mq., un perimetro di 219 m. e una profondità massima di 13,50 m.

Monte Conca

Si trova nella Sicilia centrale, in provincia di Caltanissetta. Ricade esattamente nel territorio del comune di Campofranco con un’estensione di 2,45 Kmq. Istituita per tutelare alcune grotte e singolari fenomeni carsici superficiali molto interessanti dal punto di vista scientifico e naturalistico.