Hotel Plaza Caltanissetta

Castelli

Un’ampia pagina della storia del nisseno è ancora oggi rappresentata, quasi dal vivo, dai castelli e dalle torri di avvistamento medievali che in grande quantità sorgono nel territorio della Provincia. Costruiti prevalentemente in epoca medievale, questi antichi edifici assicuravano ai signori feudali del tempo il controllo dell’area centro meridionale dell’Isola.

Il territorio nisseno infatti rappresentava una sorta di parete divisoria tra la Sicilia occidentale e quella orientale, limite questo che coincideva pressapoco con l’andamento del fiume Imera Meridionale. In genere queste costruzioni fungevano da vere e proprie torri di avvistamento e in esse erano stanziate molto spesso guarnigioni di soldati.

Castelvecchio Mazzarino

Il Castello di Mazzarino è definito Castelvecchio. A tutti i Mazzarinesi, il Castello è noto come “U CANNUNI”, con l’unica torre cilindrica, quasi “cannone”, che si erge verso il cielo. Sorge a nord, così vicino all’abitato, da dare l’illusione di poterlo toccare, allungando la mano.

Castello Chiaramontano Mussomeli

Il castello, situato a due chilometri da Mussomeli, è costruito su una rocca calcarea ad un’altezza di circa 80 metri. Quasi alla base della roccia si trova una cinta muraria posta a difesa della stradella di accesso. Sulla vetta si trova una seconda cinta muraria che racchiude la parte residenziale.

Castellaccio di Delia

A ovest del paese, su di un colle aspro e irto di rocce calcaree, si trovano i ruderi di un castello medievale, detto il Castellaccio. La data della sua costruzione non è certa e sembra sia stato modificato e reso più ampio dagli Aragonesi nell 1469 dominarono la Sicilia.

Castello Normanno Butera

È stato nei secoli scorsi obiettivo di conquista da parte degli invasori di Sicilia. Costituito da quattro o cinque torri agli angoli di un’area fortificata, fu una roccaforte inespugnabile protagonista della storia. Il castello esisteva gia nell’854, quando l’emiro Alaba divenne Signore di Butera.

Castello di Falconara

Il Castello di Falconara, sorge su di un promontorio roccioso a picco sul mare. La struttura conserva una torre che i signori dell’epoca adibivano all’allevamento dei falconi, da cui deriva il nome del castello. Ugone di Santapau, nel 1392, la ricevette in dono dal re Martino d’Aragona.

Il Castellucio Gela

Il Castello Svevo, meglio conosciuto come “Castelluccio” si erge su una collina di gesso e domina la costa a difesa della città di Gela. Le origini del Castello risalgono al 1143 quando il conte Simone di Butera lo donò all’abate del Monastero di San Nicolò l’Arena di CT.